IL BORRO BISTRO – DUBAI

L’ampliamento dell’Osteria del Borro, non consiste in un mero processo di addizione funzionale, ma è la creazione di un vero e proprio percorso emotivo-sensoriale. Il cliente è guidato attraverso spazi sempre nuovi, capaci di evocare emozioni inedite: l’enoteca, un ambiente raccolto, intimo e prezioso, in cui il vino viene esposto e conservato con una cura e un’attenzione uniche; le sale di ristorazione, dove la tradizione toscana e l’eleganza della contemporaneità sono capaci di creare un’atmosfera calda e avvolgente; la tecnologia della cucina totalmente a vista, grazie alla quale il cliente proverà l’esperienza unica di assistere alla preparazione dei propri piatti; la sala privata e la scuola di cucina, ambienti assolutamente esclusivi e riservati; la terrazza esterna, dalla quale si può godere di una vista spettacolare del borgo, circondati dal verde.
In tutto lo spazio dell’Osteria, gli ambienti esterno ed interno si fondono in un insieme unico: la vista del paesaggio e del borgo rappresentano un elemento quasi architettonico, che determina in larga parte la disposizione stessa degli ambienti e degli scorci visivi, oltre a sposarsi perfettamente con la scelta dei colori e dei materiali delle sale. L’ispirazione ai colori delle tele di Masaccio, originario di questi territori, è infatti uno degli elementi fondanti del progetto. I materiali, quali il legno, la calce, il ferro, sono materiali “veri”, che hanno un sapore e una sensorialità forti, legati alla tradizione toscana, reinterpretata però in una chiave assolutamente attuale. Elementi apparentemente in contrasto, come gli arredi in legno di castagno, tipicamente tradizionali, le vetrate in ferro e vetro, di sapore modernista, e la contemporaneità della cucina in acciaio, si trovano a dialogare in un complesso armonico, creando uno spazio unico ed affascinante.

The new Osteria del Borro’s extension doesn’t consist in the mere addition of functions, but it implies the creation of a new sensory and emotional path. The customer is guided through new spaces, which convey unprecedented emotions: the wine cellar, a cosy and precious setting, where the wine is displayed and stored with unique attention and care; the dining rooms, where a combination of Tuscan tradition and modern elegance create a warm and enchanting atmosphere; the technology of the open kitchen, thanks to which the customer will be able to attend to the preparation of his dish; the private area and the cookery school, reserved and exclusive spaces; the roof garden, from which the customer can enjoy the sight of the medieval village of Il Borro, surrounded by a typical Tuscan vegetation.
In the restaurant, the external and internal spaces are conceived as complementary parts of a whole: the sight of the landscape and the village almost represent an architectural element, which defines the rooms’ setting and matches the choice of colours and materials to be used. The colors used in the paintings by Masaccio, who was born not far from Il Borro, are the most important sources of inspiration for the entire design project. The materials used, like wood, watercolor lime, iron, are authentic materials, characterized by a strong sensory impact and close to the Tuscan tradition, even if reinterpreted in a contemporary way. The ostensible contrast between the traditional furniture in chestnut wood, the modernist glass walls and the contemporary steel kitchen, create a harmonious complex, a unique and fascinating space

Date:

2017

Date: